Lorenzo Cazzaniga - 05 febbraio 2019

IL PALPA, IL PIÙ FORTE DI TUTTI

Da anni si tramandava la leggenda del Palpa ma sembrava impossibile che il protagonista volesse raccontarla, data la delicatezza di certi argomenti. Poi il Direktor ha incaricato Federico Ferrero di provarci...
1/7 Roberto Palpacelli, classe 1970, uno dei più grandi talenti mai espressi del tennis azzurro, causa una vita sciupata tra alcol e droga

Per anni mi hanno parlato di Roberto Palpacelli, a partire dal maestro Tommaso Castelli dell’Harbour Club di Milano. Storie, verità e leggende si sono alternate, creando una certa curiosità. Però sembrava impossibile che decidesse di raccontare a un giornalista le tragedie che ha vissuto (per sua colpa, sia inteso, fatto che lui stesso ammette). «In tanti conosciamo i suoi vizi, ma non ne parlerà mai». Avevo perso le speranze, fin quando non ho convinto Federico Ferrero a provarci. La scorsa primavera, la risposta che aspettavo: «Il Palpa ha accettato di incontrarmi – mi dice Ferrero -. Vado giù e vediamo cosa esce fuori». Ne è uscito il pezzo che trovate qui sotto e, da quello, pagine sui maggiori quotidiani nazionali, tivù generaliste che chiedevano contatti per realizzare un’intervista, la Rizzoli pronta a commissionare il libro, in uscita oggi (e potrebbe non essere finita qui). Perché il giornalismo sarà pure in crisi, ma i lavori di qualità vengono ancora (anche se non sempre) premiati.

QUI POTETE LEGGERE L'ARTICOLO ORIGINALE

© RIPRODUZIONE RISERVATA