Statistiche web
di Matteo Proietti
08 December 2023

Matteo Arnaldi è già a Melbourne: "Non posso aspettare"

Tra i primi ad arrivare a Melbourne per preparare al meglio l'Australian Open, Matteo Arnaldi è già totalmente proiettato verso la prossima stagione

Foto Ray Giubilo

Neanche il tempo di godersi il successo della Coppa Davis, che è già tempo di proiettarsi verso la prossima stagione. Matteo Arnaldi non vuole assolutamente perdere tempo e per questo è già sbarcato a Melbourne, tra i primi giocatori del tour, per concentrarsi totalmente durante questa off season e preparare al meglio il prossimo Australian Open. Proprio sul sito dello Slam australiano, il tennista ligure ha rilasciato alcune dichiarazioni in vista del 2024. "Lo scorso anno ci sono andato molto vicino, ho perso da un australiano - Max Purcell al terzo turno delle qualificazioni - è l'unico torneo del Grande Slam che mi manca. Non posso aspettare, non vedo l'ora di giocare qui".

Una stagione che lo ha visto totalmente protagonista quella del 2023, dall'accesso in top 50 alle prime vittorie a livello ATP. "Questo è stato il mio primo anno nel circuito, e neanche a pieno, perché all'inizio dell'anno giocavo ancora un po' nel circuito Challenger". Una classifica che lo vede già sicuro di partecipare a tutti gli Slam, con l'obiettivo di scalare ancora qualche posizione per garantirsi l'accesso nel maindraw anche nei Master 100. La decisione di sbarcare già a Melbourne è legata senza dubbio alla necessità di preparare al meglio la prossima stagione, ma è anche facilitata dalla sua vita privata. "La mia ragazza è di Melbourne, così per me è ottimo stare qui con un clima estivo e allenarmi". Passerà le festività natalizie con la famiglia di lei, prima di volare a Brisbane dove giocherà il suo primo torneo stagionale. Infine un'ultima battuta su quale è il suo obiettivo in vista degli Australian Open: "Voglio provare a fare meglio di quanto fatto agli US Open - si è spinto fino agli ottavi di finale a New York - questo è il mio obiettivo".

© RIPRODUZIONE RISERVATA