IL MASTERS A TORINO: DAL 2021 AL 20’25, IL TOP DEL TENNIS IN ITALIA

IL MASTERS A TORINO: DAL 2021 AL 20’25, IL TOP DEL TENNIS IN ITALIA

L?ATP ha ufficializzato Torino come città che ospiterà il Masters di fine stagione dal 2021 al 2025. Un grande riconoscimento organizzativo per il tennis italiano. Sconfitta soprattutto la concorrenza di Tokyo e Singapore grazie anche al fondamentale appoggio del governo. Si giocherà al PalaAlpitour

FAME DI TENNIS. E DI CAMPIONI

FAME DI TENNIS. E DI CAMPIONI

Il tennis italiano vuole fare un salto di qualità e per riuscirci serve la giusta ambizione. Nei risultati sul campo e sul piano organizzativo. Le ATP Finals sembrano sempre più vicine a Torino, Monza è un’ottima candidata per un nuovo torneo ATP. E Jannik Sinner & Co. fanno ben sperare…

TORINO SOGNA LE ATP FINALS

TORINO SOGNA LE ATP FINALS

Torino è stata inserita nella short list per ospitare le ATP Finals dal 2021 al 2025. Le città avversarie saranno, oltre a Londra dove attualmente si disputano, Manchester, Singapore e Tokyo. La decisione definitiva il prossimo mese di marzo

Occhio Londra, hai perso 10.000 spettatori

Occhio Londra, hai perso 10.000 spettatori

Mentre sta per entrare nel vivo il processo decisionale per la città che ospiterà le ATP Finals dal 2021, l'ultima edizione fa registrare meno spettatori rispetto al 2017. Anche il circuito ATP, nel suo complesso, ha avuto un assestamento dopo il record dello scorso anno. Alla 02 Arena mancavano Nadal e Del Potro, ma basta per spiegare il calo?

ATP Finals 2021-2025, una questione molto complessa

ATP Finals 2021-2025, una questione molto complessa

Da noi si è parlato soltanto della candidatura di Torino, ma il processo di selezione per la nuova sede delle ATP Finals è decisamente complesso. Londra è ancora una candidata forte, poi c'è la questione economica: perché le ATP Finals dovrebbero offrire un montepremi inferiore rispetto al Masters femminile? E certe risorse si trovano solo in Asia...

Sascha inizia a sentire l'Effetto Lendl

Sascha inizia a sentire l'Effetto Lendl

L'attenta analisi del match del girone, perso nettamente contro Djokovic, è stata la chiave che ha permesso ad Alexander Zverev di ribaltare l'esito in finale. Le indicazioni più importanti sono arrivate da Ivan Lendl, maestro nell'alternare bastone e carota con i suoi allievi. Zverev nutre istintiva riconoscenza per i suoi genitori, ma l'influenza di Ivan sembra evidente.

Sascha Zverev brucia i tempi: è Maestro a 21 anni

Sascha Zverev brucia i tempi: è Maestro a 21 anni

Una partita impeccabile, soprattutto sul piano della personalità, permette ad Alexander Zverev di interrompere la serie positiva di Djokovic: il tedesco è il più giovane vincitore del Masters dai tempi dello stesso Djokovic, e il primo tedesco dopo Boris Becker. Si è definitivamente consacrato tra i grandi: adesso manca solo il “botto” in uno Slam.

Essere numero 4 del mondo... e delusi

Essere numero 4 del mondo... e delusi

È il sentimento di Jamie Murray: l'unico britannico al Masters ha perso la semifinale insieme a Bruno Soares e ammette che il 2018 è stato un po' deludente “Perché io aspiro sempre a essere il numero 1. Ci riproveremo l'anno prossimo”. In finale ci vanno Bryan-Sock, con quest'ultimo a caccia di un particolare record.

No, Sascha, non sei tu a doverti scusare

No, Sascha, non sei tu a doverti scusare

Epilogo surreale nella prima semifinale del Masters: un ottimo Sascha Zverev vince con merito contro Federer, ma il pubblico si arrabbia per un presunto torto subito dallo svizzero nel tie-break decisivo. Zverev non ha fatto nulla di male, ma si è preso qualche fischio di troppo e ha sentito il bisogno di chiedere scusa. Inaccettabile.

"Calendario duro? Sono stufo di queste str....”

"Calendario duro? Sono stufo di queste str....”

Con 75 partite sulle gambe, Alexander Zverev si lamenta della durezza del calendario ATP. “È ridicolo giocare undici mesi all'anno, succede solo nel tennis”. Dura replica di Yevgeny Kafelnikov. “Negli anni 90 si giocava fino al 10 dicembre e non si lamentava nessuno”. Chi ha ragione? L'opinione di Federer.

Torino, ecco perché hai le tue chance

Torino, ecco perché hai le tue chance

È andata bene la presentazione del progetto “Torino City Lab”, candidatura della città sabauda a ospitare le ATP Finals dal 2021. La bellezza della città e la qualità dell'impianto giocano a favore, ma altre città sono più attrezzate sul piano economico. Punti forti e incognite del sogno torinese.

Zverev fa il suo dovere: adesso sfida Federer

Zverev fa il suo dovere: adesso sfida Federer

Il match contro John Isner nascondeva più di un'insidia per Alexander Zverev, la cui qualificazione era in bilico. Lo ha gestito con attenzione, annullando con un ace un pericoloso setpoint, salvo poi giocare meglio nei punti importanti: è il più giovane semifinalista al Masters dal 2009.

Thiem spera ancora, ma gli serve un miracolo

Thiem spera ancora, ma gli serve un miracolo

Un convincente 6-1 6-4 su Kei Nishikori tiene viva una teorica speranza di qualificazione per Dominic Thiem. Una netta vittoria di Anderson su Federer lo spingerebbe in semifinale. “Ma non è realistico: ciò che mi interessava era mostrare il vero Thiem, visto che due giorni fa ero stato pessimo”. Missione compiuta.

Cilic resta a galla, ma la semifinale sembra un'utopia

Cilic resta a galla, ma la semifinale sembra un'utopia

Marin Cilic trova il modo per disinnescare il servizio di John Isner: lo brekka per tre volte di fila e porta a casa un successo che lo tiene a galla. Tuttavia, ha bisogno di un miracolo: battere Djokovic e sperare che lo stesso Isner (che non è ancora eliminato) superi Zverev. In quel caso, passerebbe addirittura come primo. Scenario surreale.

In 48 ore, Roger è tornato Federer

In 48 ore, Roger è tornato Federer

Roger Federer cancella i dubbi emersi nella prima giornata e batte Dominic Thiem in appena 67 minuti. Ha giocato un match perfetto sul piano tattico e buono tecnicamente. “Sono molto soddisfatto della reazione dopo una sconfitta”. Adesso deve battere Kevin Anderson, ma nemmeno una vittoria gli garantirebbe il passaggio del turno.

Quando basta una mail per giocare il Masters....

Quando basta una mail per giocare il Masters....

La curiosa vicenda di Peter Torebko: il tedesco, numero 367 del mondo, ha scritto all'ATP proponendosi come sparring partner per le ATP Finals. Detto, fatto. Sia pure senza compenso, sta vivendo un'esperienza irripetibile. Ha condiviso il campo con Nishikori prima che il giapponese battesse Federer.

UFO Djokovic disinnesca il servizio di Isner

UFO Djokovic disinnesca il servizio di Isner

Con un impressionante 36% di punti vinti sulla prima di John Isner, il numero 1 ATP si presenta al Masters. Vince in due set giocando un match perfetto e sembra avere un grosso margine sul resto del gruppo. Già premiato come numero 1 stagionale, ha raccolto il 50esimo successo nel 2018.

ATP Finals a Torino: FIT e CONI Servizi ci provano

ATP Finals a Torino: FIT e CONI Servizi ci provano

Ufficializzata la candidatura di Torino per ospitare le ATP Finals dal 2021 al 2025. L'investimento potrebbe essere 10 volte superiore a quello per le Next Gen Finals, ma garantirebbe incassi ben più ampi. A parte il “sostegno” delle istituzioni, gli oneri sarebbero di FIT e CONI Servizi. 40 città hanno mostrato il loro interessamento: a dicembre la prima scrematura.

La partenza da sogno di Kevin Anderson

La partenza da sogno di Kevin Anderson

Esordiente a 32 anni, il sudafricano supera Dominic Thiem e parte con il piede giusto nel Gruppo Hewitt. Domina il primo set, poi evita complicazioni annullando due setpoint in un infinito tie-break. Ha già vinto 46 partite nel 2018, ma indoor sembra ancora più forte: il suo bilancio stagionale è di 12 vittorie e 2 sconfitte.

Una settimana da Maestri su Sky Sport

Una settimana da Maestri su Sky Sport

Mentre l'ATP sta facendo effettuare una preziosa digitalizzazione dei vecchi contenuti, Sky Sport offrirà tutti i 30 match del Masters, oltre agli studi di approfondimento e l'apprezzata rubrica "The Insider". Massima copertura anche per lo streaming. Esultano gli appassionati di tennis in chiaro: un match al giorno in diretta sulla BBC.

Il Sudafrica ai piedi di Kevin il gigante

Il Sudafrica ai piedi di Kevin il gigante

23 anni dopo, il Sudafrica torna ad avere un rappresentante alle ATP Finals. Kevin Anderson coronerà a Londra una stagione fantastica e una carriera in cui ha sempre cercato di migliorarsi, giorno dopo giorno, mostrando una grande qualità: non si è mai accontentato e ha continuato a investire su se stesso.

Sascha Zverev umilia la Davis targata Kosmos

Sascha Zverev umilia la Davis targata Kosmos

Il numero 5 ATP rifila un'altra batosta al nuovo format dell'Insalatiera: giocherà il primo turno, in Germania, con la vecchia formula. “Quello va bene, io sono contrario alla novità”. In un'intervista con il Berliner Zeitung ha parlato anche delle qualità di Lendl, degli Slam da addomesticare e del rapporto non sempre idilliaco con i giornalisti.

Chi potrà insidiare Djokovic e Federer?

Chi potrà insidiare Djokovic e Federer?

Sorteggiati i gironi delle ATP Finals, denominati in onore dei primi vincitori del nuovo millennio: Gustavo Kuerten e Lleyton Hewitt. Nonostante i precedenti, Federer sembra leggermente più fortunato di Djokovic. Ad ogni modo, sia lo svizzero che il serbo hanno un buon margine sugli inseguitori. Potenziale bagarre per gli altri posti qualificazione.

Niente Masters per Rafa Nadal

Niente Masters per Rafa Nadal

Annuncio a sorpresa di Rafael Nadal, non tanto per la rinuncia alle ATP Finals (è la settima volta che gli succede), ma perché emerge un problema alla caviglia: c'è un corpo estraneo che deve essere rimosso con una piccola operazione. “Visto che non avrei comunque potuto giocare a Londra, ne abbiamo voluto approfittare”.

Delpo sta meglio, ma non rischia: niente Masters

Delpo sta meglio, ma non rischia: niente Masters

La rotula dell'argentino migliora giorno dopo giorno. Tuttavia, dopo aver sperato di recuperare in tempo, ha scelto di non giocare il Masters. Con l'operazione scongiurata, un rientro per l'Australian Open non è improbabile. Si riaccende la lotta per il Londra: dentro Cilic, remota speranza per Coric, ma dovrebbe essere una lotta tra Nishikori e Isner.