Redazione - 02 marzo 2019

ROGER FEDERER VINCE DUBAI E RAGGIUNGE QUOTA 100 (MA NON VA IN PENSIONE)

A Dubai, Roger Federer conquista il titolo numero 100 della sua straordinaria carriera battendo in due set Stefanos Tsitsipas, che lo aveva sconfitto all’Australian Open. Ora parte la caccia al record assoluto di 109 successi, che appartiene a Jimmy Connors

Dubai è la seconda casa di Roger Federer, dove spesso sverna volentieri nel periodo invernale. Per questo non deve essergli dispiaciuto conquistare proprio negli Emirati il suo 100esimo trionfo (l’ottavo a Dubai) in un torneo professionistico, secondo nella storia dopo i 109 conquistati da Jimmy Connors (che ha vinto il suo ultimo torneo a Tel Aviv quando aveva 37 anni come Roger Federer). Ci è riuscito controllando un avversario non facile come Stefanos Tsitsipas, arrivato con poche energie dopo la fatica della semifinale vinta 7-6 al terzo contro Gael Monfils ma con la fiducia di aver battuto lo svizzero all’Australian Open. «Fin qui è stato un viaggio lungo e sorprendente, e assolutamente meraviglioso. Oggi ho vinto il mio titolo numero 100 ed è qualcosa di straordinario. Ho un team e una famiglia che mi supporta continuamente e ovviamente vorrei battere quanti più record possibili». Va ricordato che Federer ha vinto il suo primo torneo ATP al PalaLido di Milano nel 2001.

Federer è stato molto sicuro nei suoi turni di battuta, concedendo due palle break solo nel decimo game del primo set, peraltro dopo aver sciupato tre set point consecutivi. Nel secondo parziale, Tsitsipas ha concesso il break sul 4 pari, pur avanti 30-0 e commettendo anche un sanguinoso doppio fallo. Con questa vittoria, Federer torna numero 4 del mondo ma soprattutto ha raggiunto le 100 vittorie. Quante chance ha di arrivare a scavalcare Jimbo? Difficile, dovrebbe mantenere il rendimento espresso negli ultimi due anni fino a fine 2020 ma la tendenza non sembra quella, anche se ErreEffe ha abituato ai mezzi miracoli. E comunque, le vi